Condividi
sabato 26 e domenica 27 ottobre h 21.00

Compagnia della Fortezza
Hamlice_saggio sulla fine di una civiltà
drammaturgia e regia di Armando Punzo
con i detenuti-attori della Compagnia della Fortezza
Aniello Arena, Giuseppe Calarese, Abderrahim El Boustani, 
Alban Filipi, Gianluca Matera,Massimiliano Mazzoni,
Rosario Saiello, Danilo Schina, Massimo Terracciano, Giuseppe Venuto
e Gennaro Buonomo, Placido Calogero, Gillo Conti Bernini, Francesco Felici, Marco Mario Gino Eugenio Marzi, Francesco Nappi,
Edoardo Nardin, Guido Nardin, Roberto Raspollini e Umberto Vittozzi
e con Stefano Cenci
e la partecipazione straordinaria di Maurizio Rippa

musiche originali eseguite dal vivo Andrea Salvadori

pittura dal vivo Enrico Pantani

 

Da Amleto ad Alice nel Paese delle meraviglie, dalla tragedia del potere nel chiuso di un palazzo all'anarchia di Carroll, al suo mondo alla rovescia e ancora oltre, in un viaggio di cui non si conosce la fine. La trasformazione è la possibilità di sottrarsi al proprio ruolo definito per sempre. L'origine è nella realtà di questa compagnia che come un doppio sotterraneo offre una riflessione quotidiana su questo tema. E' come se lo spirito dei personaggi di Shakespeare potesse sottrarsi alla propria funzione sociale. Come spiriti pensanti, in perenne trasformazione, attraversano libri di altri autori, allontanandosi da quello che li conteneva come una prigione di ruoli immutabili. Quello che per altri è teatro per noi, per questi spiriti liberi, è vita negata. Cercano altre parole, altre azioni, un'altra possibilità, forse ancora non prevista, nemmeno ancora immaginata. "L'Essere inerme", il non ancora nato, il non ancora definito...

C'è un laghetto poco lontano da qui, nelle giornate luminose calme e senza vento riflette con infinita meraviglia la natura che si affaccia sulle sue rive, un'immagine doppia, appena velata, lontana da quella reale, eppure così fedele, ma cosa accade quando si solleva il vento e nulla è più in equilibrio... lo specchio s'infrange e della serena e rassicurante immagine si perdono i contorni ed emerge una rivolta degli elementi...

Armando Punzo


Dopo la replica di sabato 26 nel foyer del Kismet si terrà l'incontro "E' ai vinti che va il suo amore. I primi 25 anni di autoreclusione con la Compagnia della Fortezza di Volterra", a partire dall'omonimo libro scritto da Armando Punzo.
Ci si soffermerà sulla storia di un'esperienza vincente nata dallo scontro- incontro perenne tra l'u-topia teatrale (realizzata) e la pratica carceraria (irreale).


Interverranno, con Armando Punzo, gli attori della Compagnia della Fortezza e con Nicola Viesti (critico teatrale), Teresa Ludovico (direttrice artistica Teatro Kismet), Marco Solimano (responsabile Arci nazionale per le carceri), Andrea Borghini (delegato Rettore Università di Pisa sul tema delle carceri) e Piero Rossi (garante dei diritti dei detenuti per la Puglia)

Teatro Kismet OperA
Strada San Giorgio Martire 22/f - 70123 Bari
tel +39.080.5797667 | fax +39.080.5749228 | email: info@teatrokismet.it
www.teatrokismet.org
2009-2015 credits